Le buone notizie non fanno notizia

sakineh E’ una legge non scritta del giornalismo. Neppure io amo troppo le storie con inevitabili lieti fine, nè la melassa buonista. Forse perchè il male è più affascinante del bene. Ma certo a leggere i giornali e a guardare le televisioni c’è da farsi venire il magone, a forza di brutte notizie e scandali. La serenità è riservata a notizie frivole, a servizi di complemento, la maggior parte delle volte inutili allo scopo. Eppure l’ignorare le buone notizie qualche volta non è un atteggiamento così innocente.

Mi è venuto in mente oggi, leggendo il nome di Concita De Gregorio in calce a una lunga recensione del libro di un amico. Mi sono ricordato che quand’era direttore de L’Unità, il volto di Sakineh, una donna iraniana condannata a morte aveva campeggiato a lungo come un’icona sulla prima pagina del giornale. Impegno giusto, come giusta era la mobilitazione internazionale che aveva mosso nomi come Bernard Levy e Hillary Clinton. La storia di Sakineh Mohammadi Ashtiani era presto detta: accusata di aver partecipato con il suo amante, vero o preteso, e un complice all’omicidio del marito, era stata condannata a morte e affrontava, intanto, dure condizioni di prigionia. Non so se Sakineh fosse innocente o meno, ma non ho mai avuto dubbi sul fatto che la condanna a morte fosse ingiusta.

Ora il fatto è che pochi giorni fa, il 20 marzo 2014, è giunto l’ annuncio che la condanna sarebbe stata amnistiata, e che il presidente Rouhani avrebbe concesso la grazia a Sakineh, la quale sarebbe stata quindi scarcerata per buona condotta, con un permesso premio. Poi la libertà definitiva, per la quale decisivo sarebbe stato il parere dei familiari della vittima.

Giusto rallegrarsene. Ma ancora prima dare la notizia, no ?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 risposte a “Le buone notizie non fanno notizia

  1. strano , per un paese che impicca la gente in strada , che sostiene che quello che conta in un un processo non sono le prove , ma la convinzione del giudice,(roba da matti), che l’abbiano rilasciata; evidentemente non hanno trovato nulla cui appigliarsi!

  2. non e’ vero che non ne hanno parlato , io personalmente ho letto la notizia su tre quotidiani diversi, perche’ sempre polemizzare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *